Digital man (Uomo digitale) è la traccia numero quattro del nono album dei Rush, Signals pubblicato il 9 settembre del 1982.

Formazione Rush (1982)

  • Geddy Lee – basso, voce, tastiere,
  • Alex Lifeson – chitarra
  • Neil Peart – batteria

Traduzione Digital man – Rush

Testo tradotto di Digital man (Peart, Lifeson, Lee) dei Rush [Mercury]

Digital man

His world is under observation
We monitor his station
Under faces and the places
Where he traces points of view

He picks up scraps of conversation
Radio and radiation
From the dancers and romancers
With the answers but no clue

He’d love to spend the night in Zion
He’s been a long,
long while in Babylon
He’d like a lover’s
wings to fly on
To a tropic isle of Avalon

His world is under anesthetic
Subdivided and synthetic
His reliance on the giants
In the science of the day

He picks up scraps of information
He’s adept at adaptation
Because for strangers and arrangers
Constant change is here to stay

He’d love to spend the night in Zion
He’s been a long,
long while in Babylon
He’d like a lover’s
wings to fly on
To a tropic isle of Avalon

He’s got a force field
and a flexible plan
He’s got a date
with fate in a black sedan
He plays fast forward
for as long as he can
But he won’t need a bed
He’s a digital man

He’d love to spend the night in Zion
He’s been a long,
long while in Babylon
He’d like a lover’s
wings to fly on
To a tropic isle of Avalon

He’s got a force field
and a flexible plan
He’s got a date
with fate in a black sedan
He plays fast forward for as long as he can
But he won’t need a bed
he’s a digital man

He plays fast forward
for as long as he can
But he won’t need a bed,
he’s a digital man

He plays fast forward
just as long as he can
But he won’t need a bed,
he’s a digital man

He plays fast forward just as long as he can
Digital man

He plays fast forward just as long as he can
He’s a digital man
Plays fast forward just as long as he can
He’s a digital man…

Uomo digitale

Il suo mondo è sotto osservazione
Noi monitoriamo la sua stazione
Al di sotto dei volti e delle strutture
Dov’egli traccia infiniti punti di vista

Egli preleva gli scarti del dialogo
Radio e radiazioni
Dai danzatori ai romanzieri
Con tante risposte nonostante nessun indizio

Egli potrebbe amare passare la notte a Zion
Egli è stato per un lungo,
lungo attimo a Babilonia
Gli piacerebbe avere le ali
dell’amante per spiccare il volo
Verso un’isola tropicale di Avalon

Il suo mondo risiede sotto anestetico
Ripartito e sintetico
Il suo affidamento ai giganti
Sguazzante nella scienza di quel giorno

Egli raccoglie informazioni
Egli è un adepto dell’adattamento
Perchè per stranieri e arrangiatori
Un ciclico cambiamento qui siede per rimanere

Egli potrebbe amare passare la notte a Zion
Egli è stato per un lungo,
lungo attimo a Babilonia
Gli piacerebbe avere le ali
dell’amante per spiccare il volo
Verso un’isola tropicale di Avalon

Egli possiede un campo di forza
ed una struttura flessibile
Egli ha un appuntamento
col fato in una nera berlina
Egli suona veloce interrottamente
per quanto può
Ma egli non ha bisogno di un letto caldo
Egli è un uomo digitale

Egli potrebbe amare passare la notte a Zion
Egli è stato per un lungo,
lungo attimo a Babilonia
Gli piacerebbe avere le ali
dell’amante per spiccare il volo
Verso un’isola tropicale di Avalon

Egli possiede un campo di forza
ed una struttura flessibile
Egli ha un appuntamento
col fato in una nera berlina
Egli suona veloce interrottamente per quanto può
Ma egli non ha bisogno di un letto caldo
Egli è un uomo digitale

Egli suona veloce interrottamente
per quanto può
Ma egli non ha bisogno di un letto caldo,
egli è un uomo digitale

Egli suona veloce interrottamente
per quanto può
Ma egli non ha bisogno di un letto caldo,
egli è un uomo digitale

Egli suona veloce interrottamente per quanto può
Uomo digitale

Egli suona veloce interrottamente per quanto può
Egli è un uomo digitale
Egli suona veloce interrottamente per quanto può
Egli è un uomo digitale…

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags:  -  63 visite