Crea sito

A little less sixteen candles, a little more “Touch Me” – Fall Out Boy

A little less sixteen candles, a little more “Touch Me” (Un po’ meno di sedici candeline, un po’ più di “Toccami”) è la traccia numero undici del secondo album dei Fall Out Boy, From Under the Cork Tree, pubblicato il 3 maggio del 2005. [♫ video ufficiale  ♫]

Formazione Fall Out Boy (2005)

  • Patrick Stump – voce, chitarra
  • Joe Trohman – chitarra
  • Pete Wentz – basso
  • Andy Hurley – batteria

Traduzione A little less sixteen candles, a little more “Touch Me” – Fall Out Boy

Testo tradotto di A little less sixteen candles, a little more “Touch Me” (Wentz, Stump) dei Fall Out Boy [Island Records]

I confess, I messed up
Dropping “I’m sorry” like you’re still around
And I know you dressed up
“Hey, kid, you’ll never live this down”

Confesso di essere incasinato
Sganciando “scusami” come se tu fossi in giro
So che ti sei vestita
“Ehi ragazzo, non lo vivrai mai”

And you’re just the girl all the boys want to dance with
And I’m just the boy who’s had too many chances
I’m sleeping on your folks’ porch again, dreaming
She said, she said, she said, “Why don’t you just drop dead?”

Sei solo una ragazza con cui ogni ragazzo vorrebbero ballare
Sono solo un ragazzo che usa troppe possibilità
Sto ancora dormendo sul tuo portico del vicinato, sognando
Mi dice, mi dice, mi dice: “Perché non ti fingi morto?”

I don’t blame you for being you
But you can’t blame me for hating it
So, say, what are you waiting for, kiss her, kiss her
I set my clocks early ‘cause I know I’m always late

Non ti biasimo per essere te
Ma non puoi biasimarmi per detestarlo
Dici cosa stai aspettando?
Baciala, baciala
Imposto gli orologi presto perché so di essere sempre in ritardo

Write me off, give up on me
‘Cause darling, what did you expect?
I’m just off, a lost cause
A long shot, don’t even take this bet

Scrivimi, arrenditi
Perché piccola, cosa ti aspetti?
Ho solo spento una causa persa
Un lungo colpo, senza prendere questa scommessa

You can make all the moves, you can aim all the spotlights
Get all the sighs and the moans just right
I’m sleeping on your folks’ porch again, dreaming
She said, she said, she said, “Why don’t you just drop dead?”

Puoi fare tutte le mosse, puoi puntare tutti i faretti
Prendi tutti i singhiozzi e le lamentele per bene
Sto ancora dormendo sul tuo portico del vicinato, sognando
Mi dice, mi dice, mi dice: “Perché non ti fingi morto?”

I don’t blame you for being you
But you can’t blame me for hating it
So, say, what are you waiting for, kiss her, kiss her
I set my clocks early ‘cause I know I’m always late

Non ti biasimo per essere te
Ma non puoi biasimarmi per detestarlo
Dici cosa stai aspettando?
Baciala, baciala
Imposto gli orologi presto perché so di essere sempre in ritardo

Always on, (Always on) you said you’d keep me honest
Always on, (Always on) but I won’t call you on it
Always on, (Always on)

Sempre (Sempre) Mi hai detto che rimanevi onesta
Sempre (Sempre) Ma non ti chiamerò
Sempre (Sempre)

I don’t blame you for being you
But you can’t blame me for hating it
So, say, what are you waiting for, kiss her, kiss her
I set my clocks early ‘cause I know I’m always late
I set my clocks early ‘cause I know I’m always late…

Non ti biasimo per essere te
Ma non puoi biasimarmi per detestarlo
Dici cosa stai aspettando? Baciala, baciala
Imposto gli orologi presto perché so di essere sempre in ritardo
Imposto gli orologi presto perché so di essere sempre in ritardo

* traduzione inviata da El Dalla

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.