Fortunate son – Creedence Clearwater Revival

Fortunate son (Figlio fortunato) è la traccia numero sei del quarto album dei Creedence Clearwater Revival, Willy and the Poor Boys, pubblicato il 2 novembre del 1969. Il brano è un ironico attacco ai  figli dei ricchi, dei militari, dei politici che riuscivano ad evitare di andare in guerra in Vietnam.

Formazione Creedence Clearwater Revival (1969)

  • John Fogerty – voce, chitarra, armonica
  • Tom Fogerty – chitarra
  • Stu Cook – basso
  • Doug Clifford – batteria

Traduzione Fortunate son – Creedence Clearwater Revival

Testo tradotto di Fortunate son (J.Fogerty) dei Creedence Clearwater Revival [Fantasy]

Fortunate son

Some folks are born made to wave the flag,
Ooh, they’re red, white and blue.
And when the band plays “Hail to the chief”,
Ooh, they point the cannon at you, Lord,

It ain’t me, it ain’t me,
I ain’t no senator’s son, son.
It ain’t me, it ain’t me;
I ain’t no fortunate one, no,
Yeah!

Some folks are born silver spoon in hand,
Lord, don’t they help themselves, oh.
But when the taxman comes to the door,
Lord, the house looks like
a rummage sale, yes,

It ain’t me, it ain’t me,
I ain’t no millionaire’s son, no.
It ain’t me, it ain’t me;
I ain’t no fortunate one, no.

Some folks inherit star spangled eyes,
Ooh, they send you down to war, Lord,
And when you ask them,
“How much should we give?”
Ooh, they only answer More! more! more! yoh,

It ain’t me, it ain’t me,
I ain’t no military son, son.
It ain’t me, it ain’t me;
I ain’t no fortunate one, one.

It ain’t me, it ain’t me,
I ain’t no fortunate one, no no no,
It ain’t me, it ain’t me,
I ain’t no fortunate son, no no no

Figlio fortunato

Certa gente è nata per sventolare la bandiera
Oh, sono rossi, bianchi e blu
E quando la banda suona Hail to the Chief*
Oh, loro puntano il cannone su di te, Signore

Non io, non io
Io non sono il figlio di un senatore
Non io, non io
Non sono uno fortunato
Yeah!

Certa gente è nata con la camicia
Signore, non si fanno mancare niente
ma quando l’esattore bussa alla porta
Signore, le loro case sembrano
il mercatino dell’usato

Non io, non io
Non sono il figlio di un milionario
Non io, non io
Non sono uno fortunato

Certa gente è nata con le stelle negli occhi **
Oh, è ti mandano laggiù in guerra, Signore
e quando gli chiedi
“Quanto dovremmo dare?”
Oh rispondono solo di più, di più, di più

Non io, non io
Non sono il figlio di un militare
Non io, non io
Non sono uno fortunato

Non io, non io
Non sonouno fortunato
Non io, non io
Non sono un figlio fortunato

* Canzone che la banda militare degli Stati Uniti suona per salutare il Presidente
** Gioco di parole con Star-Spangled Banner, la bandiera statunitense

54 visite

Potrebbero piacerti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.