Isn’t it quiet and cold? – Gentle Giant

Isn’t it quiet and cold? (Non è tranquillo e freddo?) è la traccia numero quattro del primo omonimo album dei Gentle Giant, pubblicato il 27 novembre del 1970.

Formazione Gentle Giant (1970)

  • Derek Shulman – voce
  • Gary Green – chitarra
  • Ray Shulman – basso, violino, chitarra, percussioni
  • Phil Shulman – sassofono, tromba
  • Kerry Minnear – tastiere, basso, violoncello
  • Martin Smith – batteria – batteria

Traduzione Isn’t it quiet and cold? – Gentle Giant

Testo tradotto di Isn’t it quiet and cold? (Minnear, D.Shulman, P.Shulman, R.Shulman) dei Gentle Giant [Vertigo]

Isn’t it quiet and cold?

Isn’t it quiet and cold
walking all alone, alone? 
Happened I missed the bus
and found I had to walk, alone. 

What was that? 
Only me. 
Hear the echo of my feet 
Footsteps 
Are they mine?
Hear the echo of the street. 

Wished I lived near at hand
although I live alone, alone 
At least I’ll find company,
so why should I moan, alone. 

Movement 
By my feet 
Paper wind across the street 
Curtains closed 
Sleepy heads 
Wrapped together in their beds 

I used to walk with someone else 
I didn’t seem to notice sights
and sounds of the lonely street 
I used to talk with someone else
Now the only answers are
the calls of the night 

Look at that alley cat,
it’s winding home to rest, alone 
Half-past four and daylight
shows itself once more 
Walking all alone 
Walking all alone

Non è tranquillo e freddo?

Non è tranquillo e freddo
camminare tutto solo, da solo?
È successo ho perso l’autobus e
ho scoperto che dovevo camminare, da solo.

Che cos’era?
Solo io.
Ascolta l’eco dei miei piedi
Passi
Sono miei?
Ascolta l’eco della strada.

Avrei voluto vivere a portata di mano
anche se vivo da solo, da solo
Almeno troverò compagnia,
quindi perché dovrei lamentarmi, da solo.

Movimento
Ai miei piedi
Vento di carta dall’altra parte della strada
Tende chiuse
Teste assonnate
Avvolto insieme nei loro letti

Ero solito camminare con qualcun altro
Non sembravo notare i segni
e i suoni della strada solitaria
Ero solito parlare con qualcun altro
Ora le uniche risposte sono le
chiamate della notte

Guarda quel gatto nel vicolo,
sta tornando a casa a riposare, da solo
Le quattro e mezza e la luce del giorno
si mostra ancora una volta
Camminare da solo
Camminare da solo

* traduzione inviata da Vittorio Scullari

38 visite

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.