Crea sito

Johnny B. Goode – Chuck Berry

Johnny B. Goode è un singolo di Chuck Berry, scritto nel 1955 e pubblicato nel 1958. Il brano venne poi incluso nel suo terzo album Chuck Berry Is on Top uscito nel luglio del 1959. Decine gli artisti che hanno fatto una cover di questa canzone. La rivista Rolling Stone l’ha collocata in settima posizione nella “Lista delle 500 migliori canzoni“.

Traduzione Johnny B. Goode – Chuck Berry

Testo tradotto di Johnny B. Goode di Chuck Berry [Chess Records]

Johnny B. Goode

Deep down in Louisiana
close to New Orleans
Way back up in the woods
among the evergreens
There stood a log cabin
made of earth and wood
Where lived a country boy
named Johnny B. Goode
Who never ever learned
to read or write so well
But he could play a guitar
just like a-ringing a bell

Go go. Go Johnny go!
Go. Go Johnny go!
Go. Go Johnny go!
Go. Go Johnny go!
Go. Johnny B. Goode!

He used to carry his
guitar in a gunny sack
Go sit beneath the tree
by the railroad track
Oh, the engineer would see him
sittin’ in the shade
Strummin’ with the rhythm
that the drivers made
The people passing by,
they would stop and say
"Oh my, but that
little country boy could play"

Go go. Go Johnny go!
Go. Go Johnny go!
Go. Go Johnny go!
Go. Go Johnny go!
Go. Johnny B. Goode!

His mother told him,
"Someday you will be a man,
And you will be the leader of a big ol’ band
Many people comin’ from miles around
To hear you play your music
when the sun go down
Maybe someday your name’ll
be in lights
Sayin’ ‘Johnny B. Goode tonight!’"

Go go. Go Johnny go!
Go. Go Johnny go!
Go. Go Johnny go!
Go. Go Johnny go!
Go. Johnny B. Goode!

Johnny B. Goode*

Laggiù nel cuore della Lousiana
vicino a New Orleans
nel profondo della foresta
tra i sempreverde
c’era una capanna
fatta di terra e legno
Dove viveva un ragazzo di campagna
chiamato Johnny B.Goode
Che non ha mai imparato
a leggere o scrivere bene 
Ma sapeva suonare la chitarra
proprio come si suona un campanello

Vai! Vai! Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, Vai Johnny B. Goode

Aveva l’abitudine di portare la sua
chitarra in un sacco di iuta
Sedeva sotto un albero
vicino ai binari della ferrovia
Gli ingegneri lo vedevano
seduto alll’ombra
che suonava al ritmo
dato dai conducenti
Le persone che passavano,
si fermavano e dicevano
"Diamine, come suona
quel ragazzino di campagna"

Vai! Vai! Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, Vai Johnny B. Goode

Sua madre gli disse,
"Un giorno sarai  un uomo 
e sarai il capo di una rinomata band
Molte persona faranno molti chilometri
per sentirti suonare la tua musica
quando il sole tramonta
E forse un giorno il tuo nome
sarà su di una insegna luminosa
Che annuncia: “ Johnny B. Goode stasera”

Vai! Vai! Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, vai!
Vai, Johnny, Vai Johnny B. Goode

* Johnny B. Goode può essere inteso anche come Johnny be good (Johnny sii in gamba, fatti valere).

2.107 visite

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.