Live with me – The Rolling Stones

Live with me (Vivi con me) è la traccia numero quattro dell’ottavo album inglese (decimo americano) dei The Rolling Stones, Let it bleed, pubblicato il 29 novembre del 1969.

Formazione The Rolling Stones (1969)

  • Mick Jagger – voce
  • Keith Richards – chitarra
  • Bill Wyman – basso
  • Charlie Watts – batteria

Traduzione Live with me – The Rolling Stones

Testo tradotto di Live with me (Jagger, Richards) dei The Rolling Stones [Decca Records]

I got nasty habits, I take tea at three
Yes, and the meat I eat for dinner
It must be hung up for a week

Ho delle cattive abitudini, prendo il tè alle tre
Si, e mangio carne a cena
Deve essere appeso per una settimana

My best friend, he shoots water rats
And feeds them to his geese
Don’t you think there’s a place for you
In between the sheets ?

Il mio migliore amico, lui spara ai ratti d’acqua
E lì da in pasto alle sue oche
Non pensi che ci sia un posto per te
In mezzo alle lenzuola ?

Come on now, honey
We can build a home for three
Come on now, honey
Don’t you wanna live with me ?

Andiamo ora, tesoro
Possiamo costruire una casa per tre
Andiamo ora, tesoro
Non vuoi vivere con me ?

And there’s a score of harebrained children
They’re all locked in the nursery
They got earphone heads, they got dirty necks
They’re so 20th century

E ci sono una ventina di bambini folli
Sono tutti chiusi nell’asilo
Hanno le teste ad auricolari, hanno dei brutti colli
Sono così del Ventesimo secolo

Well, they queue up for the bathroom
‘Round about 7:35
Don’t you think we need a woman’s touch
To make it come alive ?

Beh, fanno la fila per il bagno
Intorno alle 7:35
Non pensi che abbiamo bisogno del tocco di una donna
Per farlo sopravvivere ?

You’d look good pram-pushing
Down the high street
Come on now, honey
Don’t you wanna live with me ?

Staresti bene a spingere la carrozzina
Lungo la strada principale
Andiamo ora, tesoro
Non vuoi vivere con me ?

Whoa, the servants they’re so helpful, dear
The cook she is a whore
Yes, the butler has a place for her
Behind the pantry door

Whoa, i servi sono così disponibili, cara
La cuoca è una troia
Sì, il maggiordomo ha un posto per lei
Dietro la porta della dispensa

The maid, she’s French, she’s got no sense
She’s wild the Crazy Horse
And when she strips, the chauffeur flips
The footman’s eyes get crossed

La domestica, è Francese, non ha senso
Lei è selvaggia come Crazy Horse
E quando si spoglia, l’autista si ribalta
Gli occhi del cameriere si incrociano

Don’t you think there’s a place for us
Right across the street ?
Don’t you think there’s a place for you
In between the sheets ?

Non pensi che ci sia un posto per noi
Proprio dall’altra parte della strada ?
Non pensi che ci sia un posto per te
In mezzo alle lenzuola ?

* traduzione inviata da Graograman00

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.