Crea sito

Territories – Rush

Territories (Territori) è la traccia numero cinque del settimo album dei Rush, Power windows pubblicato il 29 ottobre del 1985.

Formazione Rush (1985)

  • Geddy Lee – voce, basso, tastiere
  • Alex Lifeson – chitarra
  • Neil Peart – batteria

Traduzione Territories – Rush

Testo tradotto di Territories (Peart, Lifeson, Lee) dei Rush [Mercury]

I see the Middle Kingdom between Heaven and Earth
Like the Chinese call the country of their birth
We all figure that our homes are set above
Other people than the ones we know and love
In every place with a name
They play the same territorial game
Hiding behind the lines
Sending up warning signs

Vedo il regno di Mezzo tra cielo e terra
Come i cinesi chiamano il paese dalla loro nascita
Tutti pensiamo che le nostre case siamo posizionate sopra
Altre persone oltre quelle che conosciamo e amiamo
In ogni luogo con un nome
Fanno lo stesso gioco territoriale
nascondendosi dietro le linee
Inviando segnali di avvertimento

The whole wide world
An endless universe
Yet we keep looking through
The eyeglass in reverse
Don’t feed the people
But we feed the machines
Can’t really feel
What international means
In different circles, we keep holding our ground
Indifferent circles, we keep spinning round and round

Il mondo intero
Un universo senza fine
Eppure continuiamo a guardare attraverso
L’occhiale al contrario
Non nutriamo le persone
Ma alimentiamo le macchine
Non riesco davvero a sentire
cosa significa internazionale
In diversi ambienti, continuiamo a mantenere la nostra posizione
Cerchi indifferenti, continuiamo a girare in tondo

We see so many tribes overrun and undermined
While their invaders dream of lands they’ve left behind
Better people… better food… and better beer…
Why move around the world when Eden was so near?
The bosses get talking so tough
And if that wasn’t evil enough
We get the drunken and passionate pride
Of the citizens along for the ride

Abbiamo visto così tante tribù invase e indebolite
mentre i loro invasori sognavano le terre che avevano lasciato alle spalle
Persone migliori… cibo migliore… e birra migliore…
Perché muoversi attorno al mondo quando il Paradiso era così vicino?
I capi parlano in maniera decisa
E se non fosse abbastanza malvagio
Abbiamo l’orgoglio ubriaco e appassionato
dei cittadini che stanno a guardare.

They shoot without shame
In the name of a piece of dirt
For a change of accent
Or the color of your shirt
Better the pride that resides
In a citizen of the world
Than the pride that divides
When a colorful rag is unfurled

Sparano senza vergona
Nel nome di un pezzo di terra
Per un cambio di accento
o per il colore della tua camicia
Meglio l’orgoglio che risiede
in un cittadino del mondo
che l’orgoglio che divide
quando si sventola uno straccio colorato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.