Crea sito

The last resort – Eagles

The last resort (L’ultima spiaggia) è la traccia numero nove del quinto album dei Eagles, Hotel California, pubblicato l’8 dicembre del 1976.

Formazione Eagles (1976)

  • Joe Walsh – voce, chitarra, tastiere
  • Don Felder – chitarra
  • Glenn Frey – chitarra, tastiere
  • Randy Meisner – basso
  • Don Henley – batteria

Traduzione The last resort – Eagles

Testo tradotto di The last resort (Henley, Frey) degli Eagles [Asylum Records]

The last resort

She came from Providence
One in Rhode Island
Where the old world shadows hang
Heavy in the air
She packed her hopes and dreams
Like a refugee
Just as her father came
Across the sea

She heard about a place
People were smilin’
They spoke about the red man’s way
How they loved the land
And they came from everywhere
To the Great Divide
Seeking a place to stand
Or a place to hide

Down in the crowded bars
Out for a good time
Can’t wait to tell you all
What it’s like up there
They called it paradise
I don’t know why
Somebody laid the mountains low
While the town got high

Then the chilly winds blew down
Across the desert
Through the canyons of the coast
To the Malibu
Where the pretty people play
Hungry for power
To light their neon way
Give them things to do

Some rich men came
and raped the land
Nobody caught ‘em
Put up a bunch of ugly boxes
And Jesus people bought ‘em
They called it paradise
The place to be
They watched the hazy sun
Sinking in the sea

You can leave it all behind
and sail to Lahaina
Just like the missionaries
did so many years ago
They even brought a neon sign
“Jesus is coming”
Brought the white man’s burden down
Brought the white man’s reign

Who will provide the grand design?
What is yours and what is mine?
‘Cause there is no more new frontier
We have got to make it here

We satisfy our endless needs
And justify our bloody deeds
In the name of destiny
And in the name of God

And you can see them there
On Sunday morning
They stand up and sing about
What it’s like up there
They call it paradise
I don’t know why
You call someplace paradise
Kiss it goodbye

L’ultima spiaggia

Veniva da Providence
Nel Rhode Island
dove le ombre del vecchio mondo
Si allungano pesanti nell’aria
Aveva messo in valigia sogni e speranze
come una profuga
Proprio come suo padre che
aveva attraversato il mare

Aveva sentito parlare di un posto
dove la gente sorrideva
Parlavano dei modi dei pellerossa
e di come amavano la loro terra
arrivavano da ogni luogo
fino alle Montagne Rocciose
cercando un posto dove stare
o un posto dove nascondersi

Giù nei bar affollati
Usciti per divertirsi
Non vedo l’ora di dirti tutto
di come è lassù
Lo chiamavano paradiso
Non so perché
Qualcuno ha abbassato i monti
mentre la città si alzava

Poi i venti gelidi soffiarono
attraverso il deserto
attraverso i canyon della cosa
fino a Malibu
dove la bella gente gioca
Affamata di potere
per illuminare le loro strade al neon
e dare loro cose da fare

Alcuni uomini ricchi arrivarono
e saccheggiarono il paese
Nessuno li ha presi
Hanno messo su un gruppo di brutte casupole
e Gesù, la gente gliele ha comprate
Lo chiamavano paradiso
Il posto dove stare
Hanno visto il sole offuscato
affondare nel mare

Puoi lasciarti tutto alle spalle
e fare rotta verso Lahaina
proprio come hanno fatto i missionari
tanti anni fa
Portarono una insegna luminosa
“Gesù sta arrivando”
Hanno portato il fardello dell’uomo bianco
Hanno portato il regno dell’uomo bianco

Chi fornirà il grande disegno?
Cosa è tuo e cosa è mio?
Perché non c’è più una nuova frontiera
Dobbiamo farlo qui

Soddisfiamo i nostri bisogni infiniti e
E giustifichiamo le nostre azioni sanguinose
in nome del destino
e in nome di Dio

E puoi vederli là
la domenica mattina
che si alzano e cantano
di come sia lassù
Loro lo chiamano paradiso
non so perché
se chiami un posto paradiso
puoi dirgli pure addio!

664 visite

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.