Behind blue eyes – The Who

Behind blue eyes (Dietro gli occhi azzurri) è la traccia numero otto del quinto album dei The Who, Who’s Next, pubblicato il 14 agosto del 1971.

Formazione The Who (1971)

  • Roger Daltrey – voce
  • Pete Townshend – chitarra, pianoforte
  • John Entwistle – basso
  • Keith Moon – batteria

Traduzione Behind blue eyes – The Who

Testo tradotto di Behind blue eyes (Townshend) dei The Who [Decca Records]

Behind blue eyes

No one knows what it’s like
To be the bad man
To be the sad man
Behind blue eyes

No one knows what it’s like
To be hated
To be fated
To telling only lies

But my dreams
They aren’t as empty
As my conscience seems to be

I have hours, only lonely
My love is vengeance
That’s never free

No one knows what it’s like
To feel these feelings
Like I do
And I blame you

No one bites back as hard
On their anger
None of my pain and woe
Can show through

But my dreams
They aren’t as empty
As my conscience seems to be

I have hours, only lonely
My love is vengeance
That’s never free

When my fist clenches, crack it open
Before I use it and lose my cool
When I smile, tell me some bad news
Before I laugh and act like a fool

And if I swallow anything evil
Put your finger down my throat
And if I shiver, please give me a blanket
Keep me warm, let me wear your coat

No one knows what it’s like
To be the bad man
To be the sad man
Behind blue eyes

Dietro gli occhi azzurri

Nessuno sa come ci si sente
Ad essere l’uomo cattivo
Ad essere l’uomo triste
Dietro gli occhi azzu>rri

Nessuno sa come ci si sente
ad essere odiato
ad essere accusato
di raccontare solo bugie

Ma i miei sogni
Non sono così vuoti
come sembra essere la mia coscienza

Ho ore in totale solitudine
Il mio amore è la vendetta
che non è mai libera

Nessuno sa come ci si sente
A provare questi sentimenti
Come faccio io,
e ve ne do la colpa

Nessuno contrattacca in modo così forte
la propria rabbia
Nessuno dei miei dolori e guai
Può trasparire

Ma i miei sogni
Non sono così vuoti
come sembra essere la mia coscienza

Ho ore in totale solitudine
Il mio amore è la vendetta
che non è mai libera

Quando i miei pugni si stringono, aprili,
Prima che io li usi e perda la calma.
Quando sorrido, dimmi delle cattive notizie.
Prima che rida ed agisca come un pazzo

Se ingoiassi qualcosa di velenoso
Mettimi un dito in gola.
Se tremo, per favore dammi una coperta
tienimi al caldo, fammi mettere il tuo cappotto

Nessuno sa come ci si sente
Ad essere l’uomo cattivo
Ad essere l’uomo triste
Dietro gli occhi azzurri

39 visite

Potrebbero piacerti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*