Locomotive breath (Il respiro della locomotiva) è la traccia numero dieci del quarto album dei Jethro Tull, Aqualung, uscito il 19 marzo del 1971.

Formazione dei Jethro Tull (1971)

  • Ian Anderson – voce, chitarra folk, flauto
  • Martin Barre – chitarra
  • John Evan – pianoforte, organo, mellotron
  • Jeffrey Hammond – basso, voce
  • Clive Bunker – batteria, percussioni

Traduzione Locomotive breath – Jethro Tull

Testo tradotto di Locomotive breath  (Ian Anderson) dei Jethro Tull [Chrysalis]

Locomotive breath

In the shuffling madness
of the locomotive breath,
runs the all-time loser,
headlong to his death.
He feels the piston scraping
steam breaking on his brow
old Charlie stole the handle and
the train won’t stop going
no way to slow down.

He sees his children jumping off
at the stations one by one.
His woman and his best friend
in bed and having fun.
He’s crawling down the corridor
on his hands and knees
old Charlie stole the handle and
the train won’t stop going
no way to slow down.

He hears the silence howling
catches angels as they fall.
And the all-time winner
has got him by the balls.
He picks up Gideons Bible
open at page one
I think God,
he stole the handle and
the train won’t stop going
no way to slow down.

Il respiro della locomotiva

Nella pazzia disorientante
Del respiro della locomotiva
Corre il perdente di ogni tempo
Punta dritto alla sua morte
Sente i pistoni che raschiano
Vapore che lo colpisce in fronte
Il vecchio Charlie ha rubato la manopola
Ed il treno non si fermerà
Non c’è modo di rallentare

Vede i propri figli che scendono
Alle stazioni, uno dopo l’altro
La sua donna ed il suo migliore amico
A letto che si divertono
E lui si trascina per il corridoio
Sulle sue mani e le sue ginocchia
Il vecchio Charlie ha rubato la manopola
Ed il treno non si fermerà
Non c’è modo di rallentare

Sente il silenzio che ulula
Prende al volo gli angeli cadenti
Ed il vincitore di ogni tempo
L’ha preso per le palle
Prende la Bibbia di Gideon
Aperta a pagina uno
Credo che Dio,
lui ha rubato la manopola
Ed il treno non si fermerà
Non c’è modo di rallentare

Tags:  -  1.062 visite