The spirit of radio (L’animo della radio) è la traccia che apre il settimo album dei Rush, Permanent Waves pubblicato nel gennaio del 1980.

Formazione Rush (1980)

  • Geddy Lee – basso, voce
  • Alex Lifeson – chitarra
  • Neil Peart – batteria

Traduzione The spirit of radio – Rush

Testo tradotto di The spirit of radio (Lee, Lifeson, Peart) dei Rush [Mercury]

The spirit of radio

Begin the day with a friendly voice,
A companion unobtrusive
Plays the song that’s so elusive
And the magic music makes
your morning mood.

Off on your way, hit the open road,
There is magic at your fingers
For the Spirit ever lingers,
Undemanding contact in your happy solitude.

Invisible airwaves crackle with life
Bright antennae bristle
with the energy
Emotional feedback
on timeless wavelength
Bearing a gift beyond price,
almost free

All this machinery
making modern music
Can still be open-hearted.
Not so coldly charted,
it’s really just a question
Of your honesty, yeah, your honesty.

One likes to believe
in the freedom of music,
But glittering prizes and endless compromises
Shatter the illusion of integrity.

Invisible airwaves crackle with life
Bright antennae bristle
with the energy
Emotional feedback
on timeless wavelength
Bearing a gift beyond price,
almost free

For the words of the profits
were written on the studio wall,
Concert hall
And echoes with the sounds of salesmen.
Salesmen.
Salesmen.

L’animo della radio

Inizio la giornata sentendo una voce amichevole,
Una camerata inappariscente
Che suona una canzone così sfuggente
E la prodigiosa melodia rende
la tua mattinata allegra.

Lontano sulla via, batti la strada sterrata,
C’è magia nelle tue dita
Che indugia sempre per l’Animo,
Un unione agevole nella tua gaudiosa solitudine.

Impalpabili onde radio frusciano con la vita
Sfolgoranti antenne s’inviperiscono
con carica energetica
Un feedback emotivo
su di una perpetua lunghezza d’onda
Sostenendo un presente al di là del prezzo,
quasi gratuito

Tutto questo apparato
che fornisce la moderna musica
Può rimanere magnanimo.
Delineato in modo non così apatico,
è in realtà solamente un quesito
Della tua onestà, sì, della tua onestà.

Solo uno prova piacere nel vivere
nell’emancipazione musicale,
Ma prezzi scintillanti e compromessi senz’esito
Dissolvono il miraggio di un’integrità.

Impalpabili onde radio frusciano con la vita
Sfolgoranti antenne s’inviperiscono
con carica energetica
Un feedback emotivo
su di una perpetua lunghezza d’onda
Sostenendo un presente al di là del prezzo,
quasi gratuito

Per le motivazioni del profitto
vennero iscritti sulla bacheca dello studio,
All’entrata del concerto
E riecheggiarono al coro dei commercianti.
Commercianti.
Commercianti.

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags:  -  805 visite