The dogs of war – Pink Floyd

The dogs of war (Cani di guerra) è la traccia numero tre del tredicesimo album dei Pink Floyd, A Momentary Lapse of Reason, pubblicato il 7 settembre del 1987.

Formazione dei Pink Floyd (1987)

  • David Gilmour – chitarra e voce
  • Nik Mason – batteria

Traduzione The dogs of war – Pink Floyd

Testo tradotto di The dogs of war (Gilmour, Moore) dei Pink Floyd [EMI]

The dogs of war

Dogs of war and men of hate
With no cause, we don’t discriminate
Discovery is to be disowned
Our currency is flesh and bone
Hell opened up and put on sale
Gather ‘round and haggle
For hard cash, we will lie and deceive
Even our masters don’t know
the web we weave

One world, it’s a battleground
One world, and we will smash it down
One world … One world

Invisible transfers, long distance calls,
Hollow laughter in marble halls
Steps have been taken, a silent uproar
Has unleashed the dogs of war
You can’t stop what has begun
Signed, sealed, they deliver oblivion
We all have a dark side, to say the least
And dealing in death is the nature of the beast

One world, it’s a battleground
One world, and we will smash it down
One world … One world

The dogs of war won’t negotiate
The dogs of war don’t capitulate,
They will take and you will give,
And you must die so that they may live
You can knock at any door,
But wherever you go,
you know they’ve been there before
Well winners can lose
and things can get strained
But whatever you change,
you know the dogs remain.

One world, it’s a battleground
One world, and we will smash it down
One world … One world

Cani di guerra

Cani di guerra e uomini d’odio
Senza causa,non discriminiamo
La scoperta è essere rinnegati
La nostra moneta è carne e ossa
L’inferno spalancato e messo in vendita
Fatevi un giro e mercanteggiate
Per denaro sonante, mentiremo e inganneremo
Persino i nostri padroni non sanno
le reti che tessiamo

Un mondo, è un campo di battaglia
Un mondo, e lo schianteremo
Un mondo…un mondo

Trasferimenti invisibili, chiamate internazionali,
Risate vuote in saloni di marmo
Sono stati fatti dei passi, una protesta silente
ha sguinzagliato i cani di guerra
Non puoi fermare quanto è iniziato
Firmato,sigillato, lo sonsegnano all’oblio
Abbiamo tutti un lato oscuro, per non dire altro
E negoziare morte è la natura della bestia

Un mondo, è un campo di battaglia
Un mondo, e lo schianteremo
Un mondo…un mondo

I cani di guerra non negozieranno
I cani di guerra non capitoleranno,
Prenderanno e sarai tu a dare
E devi morire così loro possono vivere
Puoi bussare a qualunque porta,
Ma ovunque tu vada,
sai che loro ci sono già stati prima
Beh, i vincitori possono perdere
e le cose possono diventare tese
Ma qualunque cosa tu cambi,
sai che i cani rimarranno

Un mondo, è un campo di battaglia
Un mondo, e lo schianteremo
Un mondo…un mondo

58 visite

Potrebbero piacerti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*