Crea sito

One of my turns – Pink Floyd

One of my turns (Una delle mie crisi) è la traccia numero dieci dell’undicesimo album dei Pink Floyd, The Wall pubblicato il 30 novembre del 1979.

Formazione Pink Floyd (1979)

  • Roger Waters – voce, basso
  • David Gilmour – chitarra
  • Nick Mason – batteria
  • Richard Wright – tastiere

Traduzione One of my turns – Pink Floyd

Testo tradotto di One of my turns (Waters) dei Pink Floyd [EMI]

One of my turns

“Oh my God! What a fabulous room!
Are all these your guitars?
What? This place is bigger
than our apartment!
Can I get a drink of water?
You want some, huh?”
Oh wow, look at this tub?
Wanna take a bath?
What are you watching?
“Hello?”
Are you feeling okay?

Day after day, love turns grey
Like the skin of a dying man
Night after night,
we pretend it’s all right
But I have grown older and
You have grown colder
And nothing is very much fun any more

And I can feel one of my turns coming on
I feel cold as a razor blade
Tight as a tourniquet
Dry as a funeral drum

Run to the bedroom
In the suitcase on the left
You’ll find my favourite axe
Don’t look so frightened
This is just a passing phase
One of my bad days
Would you like to watch T.V.?
Or get between the sheets?
Or contemplate the silent freeway?
Would you like something to eat?
Would you like to learn to fly?
Would you?
Would you like to see me try?

Would you like to call the cops?
Do you think it’s time I stopped?
Why are you running away?

Una delle mie crisi

“Oh mio Dio, che stanza favolosa!
Sono tue tutte quelle chitarre?
Cosa? Questo posto è più grande
del nostro appartemento!
“Posso avere un po’ di acqua?
Ne vuoi anche tu?
Oh, guarda che vasca?
Vuoi fare il bagno?
Cosa guardi?
C’è qualcuno?
Ti senti bene?”

Giorno dopo giorno, l’amore diventa grigio
come la pelle di un uomo morente
Notte dopo notte
fingiamo che tutto vada bene
Ma sono diventato più vecchio
E tu sei diventata più fredda
non c’è più niente di divertente come una volta

E sento che sta arrivando una delle mie crisi
Mi sento freddo come la lama di un rasoio
Stretto come un laccio emostatico
Teso come un tamburo funebre

Corri in camera da letto,
nella valigia a sinistra
troverai la mia ascia preferita
Non essere spaventata,
è soltanto una fase passeggera,
solo uno dei miei brutti momenti
Vuoi guardare la TV?
O buttarti tra le lenzuola?
O contemplare l’autostrada silenziosa?
Vuoi qualcosa da mangiare?
Vuoi imparare a volare?
Vuoi?
Vuoi vedermi provare?

Vuoi chiamare la polizia
Pensi che sia ora che la smetta?
Perché stai scappando via?

212 visite

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.